I LOVE MY AIR: AGENZIA MOBILITÀ SPERIMENTA LE FERMATE CHE RESPIRANO

I LOVE MY AIR: AGENZIA MOBILITÀ SPERIMENTA LE FERMATE CHE RESPIRANO

Il servizio di trasporto pubblico di Reggio Emilia si rinnova promuovendo fermate con tecnologie capaci di ridurre la quantità di sostanze inquinanti presenti nell’aria, in modo ecologico e intelligente.

REGGIO EMILIA, 29 OTTOBRE 2019 – Agenzia Mobilità, in collaborazione con Urban Design, azienda operante nel settore del Marketing e della Comunicazione, presenta un progetto unico e innovativo per la città di Reggio Emilia: in via sperimentale 10 pensiline presenti sul territorio comunale saranno dotate di pannelli realizzati con theBreath®, un rivoluzionario tessuto multistrato progettato per ridurre l’inquinamento atmosferico prodotto da smog, riscaldamento e emissioni industriali. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità dell’aria della città attraverso un’azione integrata che coniughi i temi dell’ambiente e della mobilità.

“Ci siamo posti l’obiettivo di conciliare, su strutture esistenti, forme di comunicazione con tecnologie che, allo stesso tempo, contribuiscano a migliorare la qualità dell’aria”, ha dichiarato Michele Vernaci, Amministratore Unico di Agenzia Mobilità, “una soluzione energy free efficiente e proiettata al futuro”, ha proseguito, citando l’azienda produttrice, “in linea con le attuali politiche sociali ed energetiche”.
Questo è l’inizio di alcuni interventi che Agenzia sta mettendo in campo non solo per migliorare la qualità dell’aria, ma anche per ottimizzare l’accessibilità al trasporto pubblico.
Agenzia, infatti, ha attivato un programma di rinnovo e nuove installazioni delle infrastrutture al servizio del trasporto pubblico locale su tutto il territorio provinciale.

“Abbiamo scelto di sostenere questo progetto perché qualsiasi intervento che abbatta gli effetti dell’inquinamento va sostenuto. La situazione di costante emergenza che viviamo nella pianura padana impone scelte a tutti i livelli e questa iniziativa può dare il proprio contributo creando un positivo esempio da replicare ovunque”, dichiara l’Assessore alla Mobilità del Comune di Reggio Emilia, Carlotta Bonvicini.

“Bello sapere che, da oggi, la nostra tecnologia contribuisce a rendere più pulita e pura l’aria di questa meravigliosa città. È risaputo: viviamo in un mondo circondato dallo smog: sconfiggerlo al 100% è ancora difficile, ma combatterlo è possibile. E la tecnologia oggi può darci davvero una mano in tal senso. I nostri sforzi sono tesi a progettare e sviluppare soluzioni capaci di migliorare sensibilmente la qualità dell’ambiente che ci circonda. Una è la nostra mission: aiutare le persone a vivere in un habitat più sano, sicuro e sostenibile” sottolinea Gianmarco Cammi, Direttore Operativo di Anemotech.

Le fermate sulle cui strutture verrà installato il pannello per la prima sperimentazione, sono le seguenti:
– Porta S.Stefano, Viale Timavo
– Viale Timavo, clinica Villa Salus
– Ludovico Ariosto, fronte Bar
– Viale Montegrappa, Piazza Diaz
– Viale dei Mille, Piazza Diaz
– Viale Monte Grappa Porta S.Pietro
– Viale dei Mille, Porta S.Pietro
– Viale Piave, Caserma Polizia
– Viale Isonzo, Porta via Roma
– Viale Risorgimento, Ospedale

L’intero progetto è finanziato da Centro Palmer S.r.l.

Maggiori informazioni sul progetto sul sito www.am.re.it e www.reggiosera.it

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA UFFICIALE!