La tua salute merita il meglio.

Lun-Ven 8-20 • Sab 8-14

Domenica - CHIUSO

0522 792400 • 0522 307856

segreteria@centropalmer.it

Via Fratelli Cervi, 75/b

42124 Reggio nell'Emilia
…la pelle dopo i 35 anni inizia a perdere l’acido ialuronico e che a causa di questo processo fisiologico si inizia ad invecchiare?

…la pelle dopo i 35 anni inizia a perdere l’acido ialuronico e che a causa di questo processo fisiologico si inizia ad invecchiare?

Proprio così, la cute inizia a perdere questa sostanza fondamentale che ne costituisce l’impalcatura e si assiste ad una graduale degenerazione della matrice di sostegno nel tessuto connettivo, mentre in superficie si manifestano secchezza, disidratazione, comparsa di rughe fino al rilassamento cutaneo con alterazione dell’architettura del viso.
Questo meccanismo è influenzato da fattori genetici e ambientali ( stress, inquinamento, dieta, foto esposizione ecc…).

E allora cosa si puo’ fare?
Un trattamento medico-estetico efficace nel migliorare la qualità e l’aspetto della pelle è rappresentato dalla Biorivitalizzazione o Biostimolazione.
Questa terapia è effettuata attraverso piccole infiltrazioni intradermiche, a livello di viso , collo, decolletè e mani, di principi attivi che hanno il ruolo di stimolare il ripristino di uno stato biologico di cute giovane.
Le sostanze iniettate sono, ad esempio, acido ialuronico, amminoacidi, vitamine, polinucleotidi e sostanze attivanti il microcircolo che contribuiscono a:
• idratare profondamente la pelle
• favorire l’attività cellulare
• aumentare turgore, compattezza ed elasticità
• ridurre rugosità superficiale
• ridurre il foto danneggiamento
• preparare la pelle all’esposizione solare
• ridurre le imperfezioni cutanee come le cicatrici acneiche
• prolungare l’effetto e l’efficacia di altri trattamenti come peeling e filler

Questi effetti, che derivando da meccanismi di stimolazione cellulare, si evidenziano nel tempo; sono consigliate 3-6 sedute all’anno a seconda del grado d’invecchiamento cutaneo.
In conclusione, la Biostimolazione è un trattamento iniettivo per la cura della pelle, con effetti di miglioramento progressivo e di lunga durata della sua qualità.

 

…alimentazione e salute sono legate da un filo sottile?

L’alimentazione è un bisogno fondamentale della vita e, se equilibrata, riveste un ruolo molto importante per una buona condizione di salute. Il cibo rappresenta infatti l’unico componente che l’uomo introduce nel suo corpo dall’esterno: da ciò deriva un legame profondo che ritrova le sue radici nell’alimentazione.
L’equilibrio della nostra alimentazione presenta due aspetti: quello “quantitativo” (quanto mangiamo?) e quello“qualitativo” (cosa mangiamo?).
Oltre all’aspetto estetico, che sicuramente ricopre un ruolo importante all’interno del benessere psicofisico della persona, una alterazione di questo equilibrio alimentare si riflette sul peso corporeo e di conseguenza sulla probabilità di contrarre malattie. L’aumento di peso è infatti uno dei maggiori determinanti della maggior parte delle patologie conosciute: ipertensione, diabete, ipercolesterolemia, infarti e tumori. Di conseguenza una corretta alimentazione si configura quindi come elemento cardine per l’equilibrio della salute dell’organismo.

È stato provato scientificamente che uno scorretto regime alimentare può comportare gravi problemi alla nostra salute, in particolar modo è stato evidenziato che:

L’eccessivo consumo di zuccheri semplici contenuti in dolci, merendine, snack, bevande gassate è alla base della comparsa di Diabete Mellito e IperInsulinemia

L’eccessivo consumo di carni rosse e trasformate è indice di aumentato rischio di comparsa di cancro al colon-retto

L’eccessivo consumo di bevande alcoliche è indice di aumentato rischio di tumore al fegato

L’eccessivo consumo di sale è correlato ad un aumentato rischio di contrarre cancro gastrico e ipertensione arteriosa

L’eccesso di peso, il consumo frequente di alcolici e lo stile di vita sedentario aumentano il rischio di contrarre tumore al seno

L’adeguato consumo di frutta, verdura e legumi è alla base di un DIMINUITO rischio di contrarre ogni tipo di tumore

L’adeguato consumo di cibi ad alto contenuto di fibre è correlato ad una DIMINUITA incidenza di tumore al colon e al retto

…alimentazione e salute sono legate da un filo sottile?
…esistono alternative alla terapia dei noduli tiroidei sintomatici benigni?

…esistono alternative alla terapia dei noduli tiroidei sintomatici benigni?

Circa la metà della popolazione presenta noduli tiroidei, la maggior parte dei quali è di natura benigna. In alcuni casi, i noduli tiroidei benigni aumentano di volume e possono causare compressione a carico delle strutture del collo (dispnea, disfagia, senso di costrizione) e problematiche estetiche. In questi casi, possono essere utilizzate tecniche di interventistica tiroidea eco-guidata in alternativa alla chirurgia classica. Lo scopo è quello di ridurre il volume delle formazioni nodulari tiroidee.
Innanzi tutto, i noduli tiroidei candidati a trattamenti eco-interventistici non devono avere caratteristiche ecografiche sospette. Inoltre, bisogna accertare la natura benigna dei noduli tiroidei tramite l’effettuazione di agoaspirato tiroideo, meglio se ripetuto almeno 2 volte.
Il trattamento dei noduli cisti tiroidei (cisti tiroidee) può essere eseguito con l’alcolizzazione (in inglese Ethanol Ablation, EA), mentre i noduli tiroidei solidi o prevalentemente solidi possono essere trattati con metodiche termo-ablative quali la fotocoagulazione laser (Laser Ablation, LA) o la radiofrequenza (Ablazione con radiofrequenza, RFA).

…e se “lui” non funziona? Deficit erettile: NO PROBLEM!!!

Oggi ogni caso di difficoltà di erezione, per quanto grave sia, può essere risolto grazie ai trattamenti oggi esistenti.

In molti casi la soluzione consiste in uno dei farmaci per bocca oggi disponibili, di cui il Viagra è stato il pioniere. Quando i vari farmaci ai massimi dosaggi non funzionano, il pene potrebbe ancora rispondere con valide erezioni a stimoli farmacologici con iniezioni di prostaglandina.

Anche nei casi più gravi in cui pillole ed iniezioni non funzionano – ad esempio in operati per tumore prostatico e in casi avanzati di diabete – abbiamo ancora una brillante soluzione a disposizione: la protesi peniena. La protesi ci permette di dire che oggi virtualmente il 100% dei problemi di erezione può essere efficacemente risolto. L’inserimento di una protesi idraulica nel pene permette infatti di tornare ad avere erezioni di ottima rigidità con la stessa  sensibilità e possibilità di raggiungere orgasmo ed eiaculazione presenti prima dell’intervento, con  pene in erezione di fatto non distinguibile da un pene senza protesi.

In tutti i casi è fondamentale una accurata valutazione andrologica iniziale per ottenere il meglio dei risultati.

Dott. Edoardo Pescatori

 

…e se “lui” non funziona? Deficit erettile: NO PROBLEM!!!
…esiste la terapia laser sicura!

…esiste la terapia laser sicura!

L’innovativo trattamento Santec Laser Smooth™ (Fotona) è in tre parole semplice, sicuro ed efficace.

E’ semplice perché utilizza una morbida luce laser di tipo Er:Yag (Erbium) che ha un effetto foto-termico sui tessuti vaginali irradiati. Il riscaldamento provocato dalla luce laser riattiva i fibroblasti presenti nel collagene e quindi determina il rimodellamento e la produzione di nuove fibre di collagene. Si ottiene quindi un vero e proprio ripristino funzionale della vagina.

E’ sicuro perché il trattamento è effettuato con una luce laser morbida che non provoca ablazione dei tessuti, tagli o sanguinamenti. Per la paziente è un trattamento poco invasivo e non doloroso. Per il medico è una procedura ambulatoriale che non richiede anestesia o particolari trattamenti pre o post seduta.

E’ efficace perché, già dopo il primo trattamento, le pazienti registrano notevoli miglioramenti e possono ritornare alle loro attività quotidiane senza lamentare fastidi o effetti collaterali.

COSA CURA IL LASER VAGINALE SANTEC LASER SMOOTH™ (FOTONA): Atrofia vaginale Incontinenza urinaria da stress Sindrome del rilassamento vaginale (prolasso o dilatazione) Malattie dermatologiche quali condilomi, herpes simplex, herpes zoster

…la salute cambia se si mangia lentamente!

Il concetto di mangiare lentamente per evitare di mangiare troppo è basato sul semplice fatto che il cervello ha bisogno di venti minuti prima di inviarti un segnale per farti capire che non hai più fame e puoi smettere di mangiare. Il nostro corpo ha bisogno di tempo per compiere quei processi ormonali e digestivi che determinano il “segnale di soddisfazione”. Prima dell’invenzione degli alimenti “comodi”, serviva più tempo per masticare e mangiare, e di conseguenza le persone riuscivano a ricevere il messaggio naturale dopo venti minuti senza bisogno di dover capire di rallentare. Tuttavia, per colpa della nostra cultura da fast food, questo punto viene spesso mancato, perché prima di arrivarci il cibo è già bello che finito!

Mangiare lentamente può aiutarti a capire meglio i sintomi della fame e a riconoscere le ragioni per cui mangi velocemente, emotive o di gusto del cibo. Tuttavia, mangiare lentamente non è una decisione che puoi prendere dall’oggi al domani. È un’abitudine che deve essere acquisita e in cui devi perseverare con la pratica.

…la salute cambia se si mangia lentamente!