La tua salute merita il meglio.

Lun-Ven 8-20 • Sab 8-14

Domenica - CHIUSO

0522 792400 • 0522 307856

segreteria@centropalmer.it

Via Fratelli Cervi, 75/b

42124 Reggio nell'Emilia
…L’OSTEOPATIA è importante anche in GRAVIDANZA! 1ª PARTE

…L’OSTEOPATIA è importante anche in GRAVIDANZA! 1ª PARTE

1ª PARTE

La gravidanza è la magia che permette agli esseri viventi la continuità della specie attraverso il passaggio del patrimonio genetico. Nell’essere umano il concepimento avviene circa il 14° giorno di gravidanza tramite la fusione di due gameti, un ovocita ed uno spermatozoo, che si incontrano nella tuba uterina ed iniziano insieme un viaggio che durerà 40 settimane, durante le quali lo zigote diventerà embrione, feto ed infine vita terrena.

Sin dal primo mese, nel corpo della gestante, hanno quindi origine importanti cambiamenti biomeccanici e posturali finalizzati all’agevolazione dello sviluppo embrionale e alla conseguente espansione della cavità uterina. In un corpo che gode di un buon equilibrio questi cambiamenti non dovrebbero causare alcun sintomo, ma se gli adattamenti richiesti incontrano degli ostacoli, allora possono avere luogo fastidi e dolori di varia natura. Il corpo è infatti un tutt’uno , un’unità di strutture correlate tra loro dove  la struttura influenza la funzione e viceversa, così che una disfunzione presente in un distretto corporeo, contribuisce a sbilanciare l’omeostasi generale del corpo stesso. Tutte le tensioni che attraversano il corpo della madre vengono, inoltre, trasmesse al feto influenzandone il posizionamento intrauterino , le fasi di crescita e il momento del parto.

L’Osteopatia è una terapia manipolativa complementare che interviene al fine di riequilibrare il corpo della gestante, in modo che questo si adatti perfettamente alle richieste meccaniche della gravidanza e del parto.
Vediamo quindi quali sono i cambiamenti che interessano la gestante nelle fasi della gravidanza:

• Nel primo trimestre di gestazione l’utero inizia ad espandersi, sia anteriormente che verticalmente comprimendo leggermente gli organi intraddominali. Per fare spazio il bacino inizia a ruotare posteriormente provocando così una trazione sui muscoli flessori dell’anca e sui muscoli erettori spinali, cambiando l’assetto delle catene cinetiche. Già in questa prima fase l’osteopatia può essere utile ad  attenuare le resistenze nei muscoli sopra citati che, se presenti, potrebbero far subire al bacino una rotazione asimmetrica o parziale e si potrebbero già esacerbare dei sintomi a livello sacro-lombare. Inoltre attraverso tecniche viscerali e cranio-sacrali si può agire sulla sensazione di nausea, tipica del primo trimestre, normalizzando il sistema neurovegetativo.

Dal terzo mese di gravidanza si conclude il periodo embrionale ed  inizia il periodo fetale. L’utero inizia ad espandersi in modo importante ed inizia ad apprezzarsi anche visivamente il rigonfiamento addominale. Questi incontra anteriormente la resistenza della parete addominale ed inizia ad espandersi anche in senso verticale portando gli organi a muoversi insieme verso l’alto come una colonna. Ecco che così si creano tensioni a livello della cavità addominale e soprattutto a livello del diaframma. Il diaframma si inserisce posteriormente sulla colonna vertebrale ( tra T 12 ed L 2), la sua messa in tensione può portare ad un sovraccarico funzionale della regione dorso-lombare. Inoltre inizia aumentare il volume delle mammelle, situazione che comporta un aumento della cifosi dorsale e della lordosi cervicale con relativo sovraccarico funzionale del passaggio cervico-dorsale. Questo è quindi il periodo in cui sono frequenti i casi di fastidiose cervicalgie, dorsalgie e lombalgie che possono essere risolte attraverso l’approccio Osteopatico.

• Durante l’ultimo trimestre l’importante aumento di peso del feto spinge l’utero a continuare ad espandersi, gli organi continuano a risalire e si spostano anche posteriormente. Il corpo deve trovare un nuovo equilibrio ed il bacino ruota ora in senso anteriore. Le curve rachidee così aumentano il loro raggio ed il centro di gravità si sposta a livello del pube e del pavimento pelvico; la colonna lombare diventa il punto di maggior carico funzionale, ma si creano importanti stress meccanici anche a livello della linea alba, del diaframma, delle coste, del bacino. In questo periodo sono frequenti i casi di sciatalgie o lombo-sciatalgie e di dolore pelvico sui quali si può benissimo intervenire.

…settimana prossima uscirà la seconda parte dell’articolo dell’Osteopata Stefano Barozzi D.O. – M. R.O.I. – B.Sc. Ost.

Centro Palmer. La Tua Salute Merita il Meglio!

 

…L’ECOGRAFIA del fegato è molto importante perché permette di rilevare eventuali NODULI tumorali benigni o maligni?

Se si ha o si ha avuto una malattia cronica di fegato (dovuta ad EPATITE B, C, alcolismo) è bene eseguire l’ecografia PERIODICAMENTE.

Quando è presente una CIRROSI per monitorare strettamente l’eventuale comparsa di noduli tumorali maligni l’ecografia va eseguita OGNI 6 MESI.

In mani esperte l’ecografia può rilevare anche tumori molto piccoli che quindi poi possono essere trattati in modo efficace.

Al Centro Palmer visita il Dott. Guido Menozzi, Medico Internista Infettivologo.

Centro Palmer. La Tua Salute Merita il Meglio!


…L’ECOGRAFIA del fegato è molto importante perché permette di rilevare eventuali NODULI tumorali benigni o maligni?
…l’ECOGRAFIA è più sensibile della tradizionale radiografia nel sospetto di una FRATTURA COSTALE?

…l’ECOGRAFIA è più sensibile della tradizionale radiografia nel sospetto di una FRATTURA COSTALE?

Va sospettata una frattura costale se c’è stato un trauma e il dolore, nella zona del trauma, peggiora quando:
• si fa un respiro profondo
• si preme sulla zona del trauma pregresso
• ci si piega o si fa un movimento di torsione del tronco
Gonfiore o ematoma rafforzano il sospetto.

Un gruppo di medici Iraniani ha portato a termine uno studio su 1667 pazienti riuscendo a dimostrare che la sensibilità dell’esame ecografico per lo studio delle fratture costali era superiore alla radiografia e che la sensibilità della metodica risultava ancora più elevata se l’esame ecografico era effettuata da operatore esperto.

Dati forniti da fonte: Yousefifard M et al
Comparison of Ultrasonography and Radiography in Detection of Thoracic Bone Fractures; a Systematic Review and Meta-Analysis.
Emerg (Tehran). 2016 Spring;4(2):55-64.

Post-LoSaiCPost LoSaiChe Ecografia Frattura Costale Medicina Internahe-Ecografia-Frattura-Costale-Medicina-Interna

Post LoSaiChe Frattura Costale Medicina Interna

…possiamo migliorare l’aspetto della tua parte più intima?

Oggi giorno sempre più donne richiedono interventi di chirurgia plastica volti a migliorare l’estetica della zona genitale; tra questi, l’intervento più richiesto è la Labioplastica, ovvero la riduzione delle piccole labbra vulvari laddove siano rilassate, con pelle in eccesso e che deborda ampiamente oltre le grandi labbra, aumentate di volume oppure asimmetriche. Tale condizione può essere congenita, ma può anche occorrere dopo la gravidanza o la menopausa.
Seppure in genere asintomatica, l’ipertrofia delle piccole labbra può causare fastidio fisico (sfregamento durante le attività sportive o il rapporto sessuale, disagio nell’indossare jeans stretti, costumi da bagno, …) oppure può causare un disagio di tipo psicologico (imbarazzo nello spogliarsi di fronte al partner). Un intervento di Labioplastica, riproporzionare le piccole labbra rimuovendo con un apposito laser l’eccesso di pelle, elimina tutti questi sintomi migliorando notevolmente anche l’aspetto estetico della vulva, che acquista un aspetto globalmente più proporzionato e giovanile.
La possibilità di sottoporsi a un simile intervento, dev’essere attentamente analizzata insieme al medico chirurgo, mediante l’esecuzione di un’apposita visita preliminare, nell’ambito della quale lo specialista valuterà il problema e stabilirà se l’operazione è effettivamente necessaria.

Prenota la tua visita preliminare al Centro Palmer e ritrova la tua intima giovinezza.

Centro Palmer. La Tua Salute Merita il Meglio!

…possiamo migliorare l’aspetto della tua parte più intima?
…al Centro Palmer c’è il Cardiotocografo?

…al Centro Palmer c’è il Cardiotocografo?

Lo sai che… al Centro Palmer c’è il Cardiotocografo?
Il Cardiotocografo è lo strumento usato per effettuare il Monitoraggio Materno-Fetale; è un esame non invasivo utile per valutare lo stato di salute del feto e la presenza o assenza di contrazioni uterine. L’apparecchio è dotato di due sonde che si appoggiano sull’addome della donna. 
Il primo è un trasduttore a ultrasuoni, e serve, appunto, a rilevare il battito cardiaco fetale, il secondo trasduttore serve invece a misurare intensità e frequenza delle contrazioni uterine. I sensori registrano questi dati che vengono poi tradotti in un grafico stampato dalla macchina su apposita carta termica. L’indicazione del benessere del feto deriva dall’osservazione nel tempo delle variazioni della sua frequenza cardiaca. Ogni sessione di Monitoraggio ha una durata minima di mezz’ora: il tempo necessario per valutare le variazioni del battito del feto e per cogliere qualche sporadica contrazione.

La Cardiotocografia può essere effettuata a partire dalla 28-30esima settimana di gravidanza.

Da oggi si può effettuare questo esame al Centro Palmer, telefonando al numero 0522/792400 è possibile prendere un appuntamento per eseguire il Monitoraggio Materno-Fetale. Il costo dell’esame è di 20,00€.

Centro Palmer. La Tua Salute e quella del Tuo Bambino Meritano il Meglio!

…LASER GINECOLOGICO Semplice Sicuro Efficace

Stiamo parlando dell’innovativo Santec Laser Smooth™(Fotona). Un valido aiuto in caso di atrofia vaginale, incontinenza urinaria, prolasso genitale.
Attraverso una tecnologia di ultima generazione, questo trattamento offre una valida opportunità terapeutica per il ripristino funzionale della vagina.

SEMPLICE: utilizza una morbida luce laser di tipo Er:Yag (Erbium) che ha un effetto foto-termico sui tessuti vaginali irradiati. Il riscaldamento provocato dalla luce laser riattiva i fibroblasti presenti nel collagene e quindi determina il rimodellamento e la produzione di nuove fibre di collagene.

SICURO: il trattamento è effettuato con una luce laser morbida che non provoca ablazione dei tessuti, ferite o sanguinamenti.

EFFICACE: già dopo il primo trattamento, le pazienti registrano notevoli miglioramenti e possono ritornare alle loro attività quotidiane senza lamentare fastidi o effetti collaterali.

Ogni donna può finalmente ritrovare la sua intima serenità.

Prenota il tuo trattamento allo 0522/792400

Centro Palmer. La Tua Salute Merita il Meglio.

…LASER GINECOLOGICO Semplice Sicuro Efficace