FISIOTERAPIA

La fisioterapia è una branca delle scienze sanitarie che si occupa della prevenzione, cura e riabilitazione dei pazienti affetti da patologie o disfunzioni congenite o acquisite in ambito muscoloscheletrico, neurologico e viscerale attraverso molteplici interventi terapeutici, quali: terapia fisica, terapia manuale/manipolativa, massoterapia, terapia posturale, chinesiterapia, terapia occupazionale e altre.

Ambulatorio Fisioterapia Centro Palmer
  • Riabilitazione

    RIABILITAZIONE SPECIFICA POST-CHIRURGICA PER CARCINOMA MAMMARIO, TRATTAMENTO DELLE CICATRICI E RECUPERO POST-OPERATORIO

    Riabilitazione post-chirurgica:
    è un percorso fisioterapico finalizzato a raggiungere il miglior risultato possibile dopo un intervento chirurgico. Prevede una serie di esercizi riabilitativi, svolti in presenza del terapista, atti a favorire il recupero completo del paziente o meglio delle sue attività motorie.

    Riabilitazione post-traumatica:
    per ogni caso clinico fonda il suo successo nella formulazione di uno scrupolso programma di riabilitazione per il ripristino della capacità funzionale persa, cercando di rispettare degli step terapeutici e sequenze temporali degli stessi.

  • Rieducazione motoria e neuromotoria

    Con Rieducazione Motoria e Neuro-Motoria si intende la riabilitazione a 360° di patologie ortopediche o neurologiche tramite tecniche manuali passive eseguite dal terapista, attive-assistite e l’insegnamento di esercizi volti al recupero del completo movimento articolare, alla risoluzione del dolore, al rinforzo muscolare ed all’incremento dell’autonomia del paziente.

  • Elettrostimolazione

    Le correnti di elettrostimolazioni sono utilizzate come coadiuvanti al recupero motorio del paziente.
    Le correnti più utilizzate si diversificano in:
    TENS, agisce innalzando la soglia di percezione del dolore da parte del paziente, indicata per il trattamento di dolori acuti articolari, radicolari e delle tensioni muscolari come preparazione al trattamento manuale;
    EMS, favorisce il recupero muscolare in caso di atrofia del muscolo post-operatoria o conseguente ad immobilità prolungata;
    NMES, di ampio utilizzo nella riabilitazione di patologie della mano e del gomito, induce il movimento articolare selettivo, importante per il più veloce recupero dell’escursione tendinea, della coordinazione e del movimento attivo dell’arto.
    DENERVATO, utilizzata per il trattamento di muscoli denervati o parzialmente denervati, finalizzata a rallentare i fenomeni degenerativi muscolari per tutto il tempo necessario al recupero nervoso del paziente.

  • Paraffinoterapia

    La Paraffinoterapia è una terapia spesso integrante la riabilitazione di patologie della mano esitanti in rigidità articolari (artrosi, postumi algodistrofici, rigidità da non uso etc.), consiste nel mettere a bagno ripetutamente la mano in paraffina liquida calda, fino a formare uno spesso guanto di cera; il guanto viene mantenuto in posa ed il calore rilasciato penetra in profondità nei tessuti consentendo ad essi, durante la seduta riabilitativa, una maggiore elasticità ed adattabilità nel tempo e quindi un progressivo recupero articolare.

  • Tecar Terapia

    La TECAR terapia è una terapia fisica impiegata inizialmente per il trattamento di atleti, grazie alla sua capacità di garantire il loro più veloce recupero e ritorno in campo. La TECAR terapia è oggigiorno disponibile a tutti, molto diffusa in ambito riabilitativo, la sua efficacia è operatore dipendente.
    Il suo utilizzo prevede l’alternanza di due manipoli, capacitivo e resistivo, abbinati ad una piastra di ritorno a contatto del paziente; il campo elettromagnetico generato dalla macchina si propaga dal manipolo alla piastra concentrandosi su tessuti molli ed edemi in caso del manipolo capacitivo e su tessuti duri come articolazioni, entesi e strutture legamentose, in caso del manipolo resistivo.
    Essa è indicata per il trattamento di stati infiammatori articolari, tendinei o radicolari, di tensioni muscolari e per il drenaggio di edemi o ematomi, velocizzando i processi di recupero fisiologico del corpo.
    L’utilizzo del manipolo associato al massaggio manuale fa sì che la TECAR terapia sia particolarmente indicata in caso di patologie infiammatorie associate ad ampie tensioni muscolari o edemi (patologie del rachide, strappi muscolari, distorsioni etc.).

  • Laser ND:Yag

    La HILTERAPIA è una terapia innovativa con LASER ND:YAG che grazie alla elevata potenza e profondità di penetrazione nei tessuti, induce fin dalla prima applicazione un’intensa riduzione del dolore, raggiungendo la superficie delle articolazioni con un’energia sufficiente a favorire il trofismo della cartilagine.

    I campi di applicazioni sono molteplici:
    – artrosi e processi degenerativi della cartilagine
    – borsiti, sinoviti, capsuliti, epicondiliti, sindrome da impingement
    – tendiniti e tenosinoviti
    – edemi ed ematomi da trauma
    – patologie post-traumatiche o da sovraccarico
    – sindromi adduttorie, distorsioni tibio-tarsiche, entesiti, condropatie rotule, traumatologia sportiva

    Patologie acute:
    – Tendinopatie (tendiniti, peritendiniti, tenosinoviti, tendiniti inserzionali e calcifiche, tendinosi, lesioni parziali)
    – Lesioni muscolari
    – Traumi distorsivi ed edemi post-traumatici
    – Sinoviti e borsiti
    – Rachialgie e lombalgie
    – Osteocondrite disseccante e lesioni osteocondrali
    – Sindrome fibromialgica

    Patologie degenerative:
    – Osteoartrosi
    – Condropatie degenerative

  • Bendaggio compressivo mano

    Il bendaggio compressivo, spesso associato alla rieducazione motoria della mano, svolge la funzione di drenare gli edemi conseguenti ad interventi chirurgici o ad immobilità prolungata dell’arto, previene l’insorgenza di rigidità articolari ed aderenze tendinee e consente un più veloce recupero motorio del paziente.

  • Kinesiotaping di scollamento

    Il Kinesiotaping è la tecnica che prevede l’utilizzo di un cerotto elastico brevettato, il Kinesio-Tape, abbinato a diverse metodiche applicative che ne differenziano l’effetto; è indicato come integrazione al trattamento manuale di tensioni muscolari, di dolori articolari, di edemi o ematomi e di cicatrici aderenti e analastiche, al fine di prolungare l’effetto terapeutico della seduta.
    Il Kinesio-Tape non contiene farmaci al suo interno e la sua efficacia è relativa al metodo di applicazione.

  • Massoterapia

    La massoterapia è la tecnica di massaggio manuale terapeutico utilizzata per risolvere tensioni muscolari associate a problematiche articolari di vario genere. Il suo utilizzo è così spesso abbinato alla rieducazione motoria o posturale del paziente.

  • Linfodrenaggio manuale

    Il Linfodrenaggio manuale LEDUC, è la tecnica di massaggio drenante indicata per il trattamento di:
    – Edemi primari, conseguenti a patologie congenite del sistema linfatico di natura ereditaria;
    – Edemi secondari, dovuti a cause secondarie che comportano un affaticamento del sistema linfatico, come asportazioni linfatiche, terapia radiante, interventi chirurgici, patologie infiammatorie o traumatiche, immobilità prolungata, morbo di Sudeck (algodistrofia) etc..

    Il drenaggio dell’edema è necessario per prevenire la sua organizzazione in tessuto fibroso duro difficilmente trattabile ed il conseguente sovraccarico del sistema venoso; drenare inoltre tempestivamente gli arti edematosi assicura un più veloce recupero riabilitativo a seguito di interventi chirurgici.
    Il linfodrenaggio manuale è inoltre indicato durante la gravidanza per il trattamento del gonfiore e del senso di pesantezza avvertito frequentemente dalle donne, specialmente negli ultimi mesi di gestazione, per il sovraccarico venoso degli arti inferiori.

  • Tutore termoplastico

    La possibilità di costruire su misura del paziente specifici tutori in termoplastica è un elemento integrante la riabilitazione specialistica della mano.
    Le ortesi costruite sono ausili studiati per ottenere un determinato risultato in termini riabilitativi, si distinguono in:
    Splint di riposo, finalizzati a posturare la mano in una posizione confortevole e favorire il drenaggio dell’edema;
    Splint di immobilizzazione, volti a proteggere e posizionare correttamente un distretto in via di guarigione;
    Splint di mobilizzazione, favorenti il recupero della mobilità passiva dell’arto ed il trattamento di tessuti retraenti;
    Splint di restrizione, costruiti per concedere determinati gradi di movimento articolare durante la guarigione di un tessuto;
    Splint di stabilizzazione, volti a focalizzare la forza muscolare durante gli esercizi solo sulle articolazioni bersaglio.

    Le principali patologie per cui è spesso importante l’integrazione di tutori come trattamento conservativo o post-operatorio sono:
    – Rizoartrosi
    – Sindrome del tunnel carpale
    – Dito a scatto in fase iniziale (tenovaginalite)
    – Mallet finger
    – Lesione di Stener
    – De Quervain
    – Deformità a Collo di cigno o a Boutonniere
    – Tenorrafie tendinee
    – Rigidità da immobilizzazione o algodistrofia (CRPS)
    – Lesioni del Nervo mediano, ulnare o radiale.

  • Taping Fisioterapico

    Taping neuromuscolare e linfologico.

  • Trattamento fisico dell'edema linfovenoso

  • Riabilitazione pelvi-perineale

  • Pilates fisioterapico

    Sedute individuali di Pilate fisioterapico in caso di:
    – Alterazioni posturali
    – Problematiche della colonna e delle articolazioni
    – Osteoporosi
    – Gravidanza e post-gravidanza
    – Rieducazione neuromotoria

  • Rieducazione Posturale Globale (RPG)

    La Rieducazione Posturale Globale (RPG) è una tecnica di terapia manuale sviluppata dal Professor Philippe E. Souchard, utilizzata per il trattamento degli squilibri posturali del corpo conseguenti a traumi o patologie di natura ortopedica o neurologica.
    L’apparato muscolo-scheletrico del corpo è costituito da catene muscolari, che lavorano in maniera complementare con un influenza reciproca tra loro al fine di assicurarci la stazione eretta; questo comporta che lo squilibrio di un singolo distretto incide sull’equilibrio delle catene muscolari ad esso connesse con un effetto a catena.
    Alla base di questa metodica vi è perciò la consapevolezza della necessità di trattare la globalità del corpo, senza focalizzare l’attenzione sul solo distretto disfunzionale; sono così utilizzate posture di messa in tensione globale del corpo associate a manipolazioni del terapista.
    Solo un approccio globale volto alla correzione delle posture disfunzionali del corpo può garantire infatti la risoluzione prolungata del sintomo doloroso.

    La Rieducazione Posturale Globale è indicata per:
    – Problematiche della colonna (scoliosi o atteggiamenti scoliotici, ipercifosi, iperlordosi, protrusioni o ernie discali);
    – Problematiche degli arti superiori (compressioni, anteposizione delle spalle)
    – Problematiche degli arti inferiori (rotazioni, ginocchio flesso, varo o valgo, iperpressione rotulea, piede piatto o cavo, alluce valgo)
    – Problemi post-chirurgici o post-traumatici

    La Rieducazione Posturale Globale è una metodica di trattamento utilizzabile per i disturbi di dolore di ogni età, per la prevenzione e cura della scoliosi, per migliorare la perfomance e velocizzare il recupero dello sportivo frequentemente soggetto a patologie muscolari.

Medici Specialisti